Chiedere la concessione del contributo per la rimozione di barriere architettoniche

Chiedere la concessione del contributo per la rimozione di barriere architettoniche

Le barriere architettoniche sono ostacoli fisici e senso-percettivi che impediscono alle persone con disabilità di muoversi liberamente. Le barriere architettoniche possono essere:

  • ostacoli fisici che impediscono o limitano gravemente la deambulazione autonoma e sicura, per esempio scale di accesso o rampe con eccessiva pendenza
  • ostacoli localizzativi che impediscono o rendono difficoltoso, in mancanza di accorgimenti tecnici e segnalazioni, l’orientamento, per esempio l'assenza di apposite segnalazioni sonore e luminose
  • mancanza di attrezzature che garantiscono la piena fruibilità degli spazi, per esempio i corrimano.

Regione Lombardia eroga contributi messi a disposizione dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ai Comuni della Lombardia per l'eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati.

Per ulteriori informazioni, consulta il sito di Regione Lombardia.

Approfondimenti

Chi può presentare la domanda

Possono presentare la domanda:

  • i cittadini diversamente abili o i condomini ove gli stessi risiedano.
  • I beneficiari del contributo possono essere anche altri soggetti che dovranno sottoscrivere la domanda (es: proprietario di immobile ove risiede il diversamente abile, famigliari, etc).
  • La domanda può essere presentata altresì da disabili che hanno la residenza o l’abituale e stabile dimora presso centri o istituti residenziali pubblici o privati per l’assistenza dei disabili.

 

Domande finanziabili e non finanziabili

Domande finanziabili:

  • situazione di "svantaggio" certificate da apposita certificazione medica.
  • è possibile richiedere un contributo per opere interne all’alloggio e un contributo per opere esterne e per il posizionamento di meccanismi di sollevamento, presentando due domande. In caso di opere funzionalmente connesse tra loro, è sufficiente una domanda unica.

Non sono finanziabili:

  • le domande di “migliorie” ma solo gli adeguamenti per il superamento delle barriere architettoniche
  • le domande di ampliamento che comportano aumento di volumetria e interventi di manutenzione
Quando presentare la domanda

La domanda si effettua direttamente al Comune dove è ubicato l'immobile oggetto dell'intervento ed è possibile presentarla in qualsiasi momento dell'anno presso l’ufficio servizi sociali.

La liquidazione delle risorse ai cittadini richiedenti è gestita direttamente dai Comuni interessati.

 Una volta ricevute la domanda il Comune verifica la sussistenza dei requisiti, in particolare:

  • l’esistenza delle barriere architettoniche
  • l’inesistenza dell’opera richiesta
  • lo stato dei lavori, che non devono essere iniziati
  • la congruità della spesa prevista rispetto alle opere da realizzare.

Una volta all'anno, nel mese di marzo, il Comune trasmette a Regione Lombardia le domande ritenute ammissibili pervenute dal 2 marzo dell'anno precedente al 1° marzo dell'anno in corso.

Puoi trovare questa pagina in

Aree tematiche: Salute Casa
Io sono: Disabile
Ultimo aggiornamento: 27/04/2021 16:06.10